Inutili consigli per chi scrive

In questi anni sono cresciuti a dismisura blog e siti web dove tanti, soprattutto giovani, si cimentano con la scrittura coltivando il sogno di entrare a lavorare in una redazione importante.
Spesso questo sogno fa perdere di vista la bontà e l’onestà dello scrittore, in una corsa affannosa e sciagurata a colpi di articoli inventati e sgrammaticati, scoop inesistenti, ruberie e carognate ai colleghi, per calpestare tutto e tutti credendo che questo porti al proprio obiettivo. Di esempi, anche locali, ne abbiamo tanti.

Premesso che scrivere è una roba seria e se non hai passione e lo vedi solo come guadagno è meglio che faccia altro, ecco, vorrei dare qualche consiglio inutile a chi lo fa:

1) scrivete sempre la verità e controllate le fonti, ricordatevi le 5 domande (sembra scontato ma non lo è…);

2) non dimenticate che scrivere nel web 2.0 non è come scrivere in un tema o in un articolo di giornale: chiarezza, sintesi, impaginazione;

3) siate originali: chi mai leggerà ad esempio la 847a cronaca della partita del Cagliari di domenica scorsa?

4) cercare i like a tutti i costi (come fanno tanti) non certifica la qualità di quello che scrivete: non siate schiavi del mi piace e degli accessi, siate esigenti e attenti;

5) lavorate sulla qualità e sull’originalità delle cose che scrivete;

6) il web è già un brodo di ignoranza e qualunquismo: non aggiungete del vostro parlando di fatti che non sono notizie tipo il vicino che ha starnutito tre volte, l’arcobaleno o il bus che è arrivato 10 secondi in ritardo;

7) non è il posto dove scrivi che fa la differenza, ma tu e quel che scrivi (ci sono fior di ignoranti e accozzati anche nelle redazioni migliori);

8) collabora con i colleghi onesti: oggi non conta più tanto chi arriva prima sulla notizia ma chi la racconta meglio. Creati una buona rete e condividi mezzi e risorse. Di strillatori e caddozzi, di invidiosi e minus habens ce ne sono mille;

9) rendi semplici le cose difficili e cerca sempre di far crescere il lettore: non dimenticare che hai un grande compito, una missione unica, informare!

10) scrivere porterà antipatie, malesseri, amici e nemici, dovrai difendere quel che scrivi, pochi ti capiranno, ma anche una grande soddisfazione ed energia che è il potere della parola… Sei pronto per questo viaggio? 🙂

Leave A Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.