condividereUna delle pratiche più diffuse del social network è la condivisione di notizie proveniente da siti più o meno attendibili o da penne più o meno oneste.Quotidianamente siamo sotto attacco da link e notizie fasulle, abilmente truccate o scritte da sedicenti “giornalisti” che in realtà sono solo ignoranti con tastiera. Provate a contare quante ne passano.

Le notizie se non provate con certezza e poi condivise con leggerezza (scusate la rima) fanno danno irreversibili, creano credenze e rafforzano convinzioni, anche errate. E peggio ancora, rovinano persone. Sottolineo: rovinano persone.

Un esempio: tanti non sanno che www.lercio.it è un sito di satira. Postano notizie con commenti di apprezzamento o di dissenso, giudicando quindi quelle notizie come vere.

Sia chiaro, anche io, ci posso cascare. È successo da poco, per un video sui disordini in piazza. Un mezzo errore, per la verità, in quanto il video era del 2008, ma comunque un errore. Quindi, vado molto cauto.

Ci sono contatti (avete mai notato?) che condividono tutto ma proprio tutto senza senso critico, come se questo li faccia passare con un salto a piè pari nella sponda degli ignoranti a quella dei “sapienti”: come chiamarli? distratti, pecoroni, stupidi?
Non foraggiate l’idiozia, le pecore e l’ignoranza: prima di condividere qualcosa pensateci due volte.

Altrimenti sarete anche voi idioti, ignoranti, pecore.

Leave A Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.