Lo zaino per il viaggio

ImmagineRubo due secondi dal lavoro, esco da casa per un incontro e per andare a prendermi lo zaino. Finalmente è mio! Da tempo rimandavo, ma oggi ho finalmente sciolto i dubbi. Sono andato in uno di quei negozi dove hanno abbigliamento e materiali per trekking ed escursionismo.
Non potevo più viaggiare con zaini prestati o trolley. Niente zaino-trolley come pensavo, ma un vero e proprio zaino con i controcazzi stando attento alle dimensioni per Ryanair.

Lo zaino è una metafora di vita. Me lo ricordo dal Cammino di Santiago: tutto si regge sulle tue spalle. Ergo, devi fare scelte, portare il necessario, decidere sempre quel che è importante, togliere il superfluo. Sarà il mio nuovo compagno di viaggio, io perenne viaggiatore solitario. Lo dovrò trattare bene per farlo durare a fianco a me. Racconterò anche a lui sogni e speranze. Sarà una piccola casa al mio fianco dove troverò qualcosa di mio, una casetta in movimento visto che il mio posto è nel mondo.

E lo cerco ogni volta.

Leave A Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.