Con questo mese di dicembre si conclude un altro anno di consolle, il decimo o l’undicesimo se considero la parentesi delle feste private che diede inizio a questa passione.

Un anno di svolte, di cambiamenti, di successi.

Ho lasciato la Zodiacov dopo due anni, un gruppo di persone (Max, Francesco e Tony in particolare) squisite con le quali mi sono sentito sempre a casa, per tornare con la “vecchia” mia organizzazione, la X-Tend e ai vecchi amici con cui ho mosso i primi passi in disco, Federico e Davide in primis, senza dimenticare tutti gli altri amici dello staff Davide, Edo, Marco, Zimus, Mick.
Ciò ha significato le consolle di Spazio Newton e Tsunami come dj resident questi mesi in seconda serata e la prima tra Spazio e Charlie, con il proseguimento della collaborazione con i gruppi Goodlife e Lupin, oltre alle feste private dello Zero.

Serate da migliaia di persone, il ritorno a condividere la consolle con due amici/colleghi con cui abbiamo vissuto i sabato notte entusiasmanti del Charlie e all’Hangar (Andrea Laddo e Cristian Farigu), con Garghy diventato oramai un vocalist affermato e nuovi sodalizi con l’esperto dj Andrea Loche o con il giovane ed emergente Federico Murru che già era stato in consolle ai tempi del primo Charlie. Senza dimenticare che nelle ultime serate è tornato con noi anche il mitico Robertino Mura, mio collega nella Zodiacov nelle serate del Movida, Spazio, Buddha del Mar (capodanno 2009), Buddha e Blu Fan.

Con questo “salto” avevo voglia di rimettermi in gioco, cercare nuovi stimoli e provare a capire se potevo esserci ancora.
Tutti questi anni di consolle sono un traguardo che vedo come il film di una vita: non avrei mai pensato di raggiungerlo quando, timido e impacciato, feci la mia prima festa, affaticato dall’impianto portato con la mia auto, guardando e ammirando colleghi che già vantavano anni d’esperienza e sognando un futuro forse impossibile.
Invece il tempo è volato, io sono cresciuto, sono arrivato agli “enta”, la vita mi ha riservato dolcezze e amarezze a volontà, situazioni buffe e curiose, non sono mancate avversità e periodi-no e così, attraverso mille feste di compleanno, di laurea, matrimonio, onenight e stagioni da resident o da guest, Radio Sintony e StudioOne, ho calcato le consolle di praticamente tutte le discoteche del Sud Sardegna.
Ho avuto poi l’emozione di suonare con dj importanti, uno fra tutti Gigi D’Agostino.

Ecco quindi a voi un pezzo della mia storia e della mia vita che è anche VOSTRO.
Perchè molti di voi, ieri come oggi, al Varadero come al Lido, all’Hangar come al Buddha, allo Tsunami come al Charlie o da Spazio Newton o alle feste dello Zero, hanno vissuto con me serate indimenticabili, sono state in quella “mia” pista a ballare la mia musica, hanno ascoltato un mio cd o si sono iscritti alla mia pagina fans che vanta quasi 2000 contatti (http://www.facebook.com/pages/Dj-Tixi/98444701992?ref=ts).
Magari oggi ci sono anche i fratellini, poi più avanti i figli.. chissà cosa ci riserverà il futuro.

Ho provato allora a trasmettervi le mie sensazioni in musica, a sentirsi quasi “senza età” quando salgo sulla consolle… A colmare un minuto e farlo diventare eterno.

Mi son nutrito del vostro affetto e della vostra passione. Ho cercato di registrare volti e sorrisi, voci e mani al cielo, e custodirli nel cuore e di non dimenticare che tutto questo è acccaduto solo GRAZIE a voi.

L’importante – me lo ripeto – è tenere i piedi per terra e lavorare duro, sempre. Ma godiamocelo, finché la vita ce lo permetterà.

Ai colleghi, agli amici, agli organizzatori, ai tanti e alle tante che siete la mia gente.

…. A TUTTI VOI CHE CI SIETE STATI, CI SIETE, CI SARETE.

Nicola a.k.a Tixi

Leave A Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.