Posts tagged risvegli

Pensieri sul lungomare di Rimini

Sempre bello svegliarsi in un’altra città, specie se c’è un’aria di mare, specie se sei fuori stagione e te la puoi godere nei suoi silenzi e nei suoi segreti.
E poi pensi a tutti quelli che non prendono mai una decisione di cambiare, a quelli che fanno sempre le stesse cose, a quelli che non dedicano mai tempo, sorrisi e ascolto agli altri. A quello che odiano le differenze e si coccolano nelle proprie due certezze. Vedi il tempo che corre e la necessità di farne buon uso.
La ricchezza sta tutta in questo mare e in questo sole di primo mattino, raccolti da un’immagine sfocata.

Risvegli a Belgrado (21 aprile 2016)

La tenda non copre del tutto la finestra. Uno spicchio d’azzurro entra sulla mia stanza e i rumori del traffico mi svegliano alle 7:43 con i postumi ben raccontati dal disordine attorno. Mi fa compagnia il televisore catodico sovietico Vivax grigio topo che mi fissa quasi fossi un alieno. Se l’accendessi forse uscirebbero pure i discorsi del maresciallo Tito, ma non rischio quest’esperienza.

Pronto a smazzarmi un po’ di lavoro a distanza al computer prima di ributtarmi nella tranquilla quotidianità di Belgrado. Le spalle fanno male, colpa del mio inseparabile zaino. Penso già a cosa devo fare. Nella mente riordino concetti e progetti e li catalogo in una cartella. La sposto mentre cestino tutto il resto. Prenoto Barcellona, giusto per.

Domani sarò a Roma per programmare l’estate, poi rientro Cagliari. Un weekend di quelli dove dovrò assumere le vesti di superTixi e curare perfettamente ogni particolare, compreso il riposo: tre serate da dj, il Torneo nazionale di calcio a Sa Rodia, l’intitolazione del Centro, le finali di calcio a 5 giovanile, il torneo femminile. Un mix inverosimile di calcio a musica tra Cagliari e Oristano.

State connessi. Un abbraccio.