Posts tagged ale Massessi

Serate di Tixi nel weekend del 25 aprile!

Sarà un weekend lungo per la Liberazione in consolle tra Bosa, Cagliari e Costa Rei.

Una di quelle parentesi bellissime di serate in giro da Dj che mi vedranno macinare chilometri e incontrare tanti bei luoghi e persone, con il filo conduttore della musica.

Sabato 23 aprile sarò dj del Bosa Beer Fest con Radio Sintony: è stato allestito un palco/consolle pazzesco (floating stage) in mezzo al fiume Temo da cui i dj faranno partire la musica che inonderà le due sponde attrezzate con altri punti audio e megaschermi. Una discoteca all’aperto che secondo le previsioni farà ballare più di diecimila persone. Ospiti speciali i DJ Prezioso e Fargetta di Radio Deejay!

Radio Sintony seguirà in diretta tutto l’evento con interventi live, interviste e uno stand sotto il Ponte vecchio di Bosa.

Domenica 24 aprile sarò DJ dal pomeriggio al tramonto al Bacan di Cagliari: house music, aperitivo e il lento declinare del sole fino al tramonto nell’appuntamento intitolato “seguendo il sole”!

Lunedì 25 aprile doppio impegno: sulla costa orientale insieme a tanti altri amici e colleghi Dj, al Sunshine Rey di Costa Rei per il memorial dedicato all’amico dj Ale Massessi scomparso qualche mese fa in un incidente. Ospite speciale della giornata Cristian Marchi accompagnato da Alex The Voice. La musica per riunirci e per tenere viva la memoria del nostro amico Ale Massessi!

La sera di lunedì 25 ancora a Bosa per la chiusura del Bosa Beer Festival, sempre con Radko Sintony.

Vi aspetto!

Ci manchi Ale Massessi DJ!

Cos’è la mancanza?
È un fiume carsico che si nasconde e poi affiora quando meno te lo aspetti e scopre dolore e ferite. Una strada, un pomeriggio come tanti.
Perché qui giravo spesso, anche quando non c’era una serata o lavoro assieme, bastava anche solo un messaggio. “Ale son da queste parti ” e lui “passa, dai”. C’era il suo Sunshine o ci vedevamo in giro tra Castiadas e Villaputzu. E guai a non passare a salutare, se la prendeva. Chi ha avuto la fortuna di conoscerlo sa bene quanto lui tenesse ai rapporti umani.
Da quel maledetto giorno di fine novembre tutto questo è ricordo.
Se solo si potesse riavvolgere il nastro, riaverti tra noi, riprendere le nostre cene e i progetti. Ci manchi caro Ale Massessi.

Ciao Ale Massessi

“Uno che si sporcava sempre le mani”.
Avevo conosciuto Alessio allo Zero, grazie alla comune amicizia con Gianni Casella, oltre dieci anni fa.
Un ragazzo intraprendente, con una gran voglia di fare, oltre alla mia stessa passione: la musica.
Un giorno, un anno fa, mi ha raccontato la sua storia. Ha iniziato a lavorare a 16 anni nel ristorante di famiglia a Porto Corallo, poi si è fatto strada da solo, i primi soldini propri, le estati e le classiche stagioni invernali fuori dall’Isola, fino a lavorare a Madonna di Campiglio.
Non si è mai fermato: dal “semplice” cameriere è diventato imprenditore di un locale bellissimo – il Sunshine Rey – senza perdere la sua anima, il suo legame col Sarrabus e la sua gente, la sua schiettezza. Non si è seduto mai sugli allori. Faceva tutto: cameriere, service, gestore, organizzatore, oltre alla sua professione e passione da DJ.
Negli ultimi anni ci siamo visti e sentiti spesso: mi aveva chiamato come dj nel Carnevale Sarrabbese, a Orangeland e avevamo un bel progetto musicale per l’estate a Castiadas.
Ale era pignolo, incalzante, positivo, trascinatore. Incarnava l’idea del ragazzo che non si arrende, che parte dal paese e arriva a dimostrare che tutto è possibile. Mi chiamava in orari impossibili per illustrarmi le sue idee e le novità ma anche semplicemente per ridere.
Incalzante nella realizzazione delle cose che voleva, non si è mai messo problemi ad andare dritto per la sua strada, a creare connessioni, a farsi voler bene da tanti.
Mi mancheranno le sue chiamate imprevedibili, la sua ospitalità, le cene infinite nel Sarrabus, la sua lungimiranza.
Mi ha insegnato tanto e gli devo tanto.
Ultimo pensiero, forse banale. Perdere la vita così, in un attimo, a 38 anni mi ricorda che siamo di passaggio. E che forse vivere ogni giorno senza aspettare occasioni e tempo, senza perdere energia in inutili cose, è l’unica scelta.