Come non ricordare quel delizioso film di nome “I laureati”. A un certo punto della pellicola, Leonardo Pieraccioni definisce una situazione umana e ambientale che ci accade spesso nella vita in modo impeccabile. Quella che solo due parole riescono a specificare al meglio: l’imbuto cosmico.

Chiamasi “imbuto cosmico” quel silenzio che si crea quando ormai l’ansia e l’angoscia fanno abbassare il tiro della serata. Unica soluzione: alzare subito il volume..

 

Quanti imbuti cosmici ho vissuto! E voi?

Il rischio è attaccarsi davanti alla televisione, soprattutto nel pomeriggio, quando la fanno da padrone queste trasmissioni dalla lacrimuccia facile. Mi viene una sorta di avvilimento quando penso a chi possa essere legato a questi tristi programmi, chi possa rappresentare lo share della vita in diretta o altre corbellerie simile dove all’ordine del giorno ci sono gli amori degli ex del grande fratello, i delitti più in voga, gli scandalucci di casa reale tutti mixati come in una grosso frullatore che non fa differenza tra realtà e finzione.

È proprio l’imbuto cosmico la situazione in cui ci ritroviamo spesso, come in queste afose giornate di fine maggio, quando sei a metà tra la voglia d’estate e la noia per una primavera che non passa mai. Con la casa in disordine e i progetti a metà. Imbuto cosmico come quei momenti di silenzi e pensieri, a farci una gran serie di domande sul perché e sul per come, su obiettivi e sogni, su speranze e delusioni.

Alzare il volume e ringraziare: i miei mille mestieri di giornalista – dj – allenatore in aspettativa – politico apolide mi danno la possibilità di vedere e comunicare con tantissima gente e sentirne le storie. Caffè, passeggiate, chat o semplici scambi di battute quando ci si incontra. Ringraziare perché le storie ti rendono più vivo.

Scopro mondi e vicende lontane da me. Storie bellissime e interessanti che ascolto con attenzione. Io le sento e provo a capire. Qualcuna ispira qualche nota, come giorni fa. Anche chi è lontano dal mio modo di vedere il mondo, anche chi magari ci sta anche un po’ antipatico ha qualcosa da raccontarci di interessante. Da questi impariamo tanto.

Ora esco. Riunione in Federazione: mettiamo le basi per la nuova stagione sportiva di calcio a 5 2011-2012. Non ho ancora sciolto il nodo della società con cui collaborerò il prossimo anno.

Tempo qualche giorno o settimana potrei avere buone nuove.

Clic.

 

Leave A Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.