Posts tagged video

VeryRidicolo (solo in Italia)

Tanti di noi hanno visto il video del Ministero dello Sviluppo che racconta l’Italia da una prospettiva finalmente positiva, buttando giù tanti luoghi comuni. Quell’Italia che a noi piace tanto e vorremo sempre vedere, ma che oramai ci siamo dimenticati.

Cinici? Disillusi? Eterni criticoni? Ecco, arriva un  sito, Verybello.it che dovrebbe vantare le nostre eccellenze locali, gli appuntamenti e la cultura: a parte il nome, il resto è anche peggio. Per la Sardegna c’è davvero da ridere. Senza parlare della versione inglese, non ancora disponibile.
Sintesi perfetta del nostro Paese: non fai tempo a vedere qualcosa di positivo che, ecco, tutto il resto non funziona. E funziona ad alti livelli. Ci sarebbe da chiedersi come sia possibile che esca un aborto del genere. Di chi sia la colpa. Dal nome ai contenuti, alla disorganizzazione totale e al fatto che sia incompleto. Se a farlo è un Ministero, il peccato è mortale.

Ecco chi siamo. Un paese con poca gente che può veramente renderlo onorevole, il resto è tutto precario e mediocre, specie ai piani altri.

E che dire delle elezioni per il Presidente? Un film visto mille volte, almeno da chi, come me, segue la politica da oltre vent’anni.

I soliti rituali dell’elezione, i candidati di bandiera, i finti disaccordi, il votiamo il meno peggio, le parole inutili, i candidati di tutti, le convergenze, i riciclati e i soliti democristiani e i finti sinistri e i finti destri, le dirette fiume e le tribune politiche. Le parole, le parole. Forse prima emozionava un pochino, oggi fa davvero pena.

Quanto fa pena questo paese, quanto fanno pena questa politica e i suoi tanti politicanti, i vecchi tromboni come i giovani nati vecchi, altro che essere qualunquisti, altro che essere sfascisti, altro che fingersi responsabili e attaccati alle istituzioni e alle bandiere. Altro che le stronzate che dite mascherati da gente che “vuole il bene delle comunità”. Volete solo i vostri culi nelle poltrone perché fondamentalmente non avete mai fatto un cazzo nella vita (e VeryBello è l’ennesima prova).

 

Morire con la propria passione (e sciacallaggi d'occasione)

Strano destino, poetico e tragico, morire mentre si fa quello che si ama. Va via un altro grande della musica italiana capace di cantare atmosfere che spesso animano i miei viaggi e ricordi. Come questa.

https://www.youtube.com/watch?v=B1IW7k7UVPg&sns=fb

Nota dolente:

mi chiedo cosa porti oggi il giornalismo, quello con cui mi lustro le scarpe, a mettere il video con gli ultimi momenti del concerto e della vita di Mango e noi a guardarlo e, magari, a mettere ‘mi piace’.

Forse l’idea che oramai siamo dentro un circuito irreversibile di schifoso voyeurismo e di curiosità senza regole e pudore. Non chiamatelo diritto di cronaca o libertà, su queste due parole si stanno consumando continui sciacallaggi.

Il mio ultimo video, un modo per dire GRAZIE

È online, finalmente.  Grazie alla creatività di un giovane videomaker, Gabriele Marinelli, finalmente ecco il “corto” che racconta un po’ le mie avventure in disco da dj, con l’immancabile frase finale che mi accompagna da anni…

Un omaggio, un modo per dire GRAZIE a  tutti quelli con cui ho lavorato e che mi hanno seguito in questi anni, mi sa che siamo a più o meno a quindici, di serate e stagioni indimenticabili.

[youtube=http://www.youtube.com/watch?v=5sNeqxgWTWk&w=420&h=315]