Posts tagged sardi

Per una volta

Oggi sicuramente la frase che si dirà sarà “ci sono cose più importanti del basket in Sardegna”.

Certo. Ce ne sono eccome. La Sardegna soffre, la Sardegna ha problemi, la Sardegna ha bisogno di sentirsi terra in altri contesti. Chi lo nega.

Facciamo un patto? Gioiamo a tempo. Ventiquattr’ore per sorridere senza farci nessun pistolotto. Senza tirar dentro la politica, l’identità o altro. Senza dar spazio alle strumentalizzazioni. Senza dire che lo scudetto del calcio vale più di quello del basket, senza Cagliari o Sassari. Lo dico sempre. Gli eccessi servono alla vita. Anche le irrazionalità. Staccare aiuta, ne son consapevole e spesso in passato non me ne accorgevo, sbagliando. Mi son sentito idiota.

Premetto che ognuno fa, pensa e dice quel che vuole, che la vita è sua (e se non mi interessa non lo seguo e basta) ma quando gli eccessi e le storture, quando il “non pensare a nulla”, quando l’inutile supera l’importante, allora là io non sono d’accordo.

Ma staccare non fa mai male. Poco ma serve. Ecco la differenza.

Se sfotti aspettati lo sfottò (Napoli vs Cagliari)

Ho appena visto il video della tv locale campana dove si sfottono i sardi. Il solito siparietto da weekend calcistico prontamente ripreso da un blog locale (http://www.blogcagliaricalcio1920.net/notizie/video/3200/a-napoli-abbiamo-le-tope-a-cagliari-hanno-le-pecore-la-vergogna-in-diretta-su-la-7-gold-video)

Poi ho letto le reazioni nostrane.

Strana filosofia di tanti miei conterranei: quando diciamo ‘Vesuvio bruciali tutti’ o ‘napoletani colerosi’ scattano applausi e mi piace, quando altri rispondono, con la stessa moneta, che siamo pecore o pastori ce la prendiamo (che poi fosse un’offesa..).

Io la prendo sempre a ridere… Vivete sereni. E non pensate che questo sia senso identitario o attaccamento.
Se sfottete, aspettatevi sempre la risposta (e i napoletani sono maestri nel pianto come nella presa per culo).

Non piangete, grazie.