È nei cambiamenti che…

“È nei cambiamenti che troviamo le motivazioni”

Questa frase potrebbe forse spiegare al meglio quei periodi della vita in cui scorrono immagini del passato e si comincia a voler tagliare il film e ricominciare un capitolo nuovo.

Come per esempio sullo sport: sapete bene dalle mie cronache facebookiane dell’ultima finale persa e delle mie dimissioni da allenatore della juniores dell’Atiesse.

Molti si sono sorpresi: dopo 4 anni pareva fosse impossibile non vedere più unire il mio nome a quello della società quartese. Anche i sassi sapevano degli stage, delle vicissitudini e dei risultati del nostro gruppo visti i miei innumerevoli stati (qualcuno dice che sono un “incontinente virtuale”).

Invece, la decisione,  è arrivata. Tempestiva, il giorno stesso di quel 3-2, tanto che qualcuno mi ha chiesto: perché non aspettare? avevi il pc connesso in campo? Che avrei dovuto aspettare, non so. Spesso il pensar troppo fa sceglier male. Troppi calcoli, troppi indugi.

Giunge il momento in cui nella vita, in amore, nel lavoro e nelle collaborazioni si sente forte dentro di sé la voglia di cominciare una nuova “camminata nel deserto”. Senza troppi calcoli, pensare alle reazioni altrui su come e quando prendi delle decisioni. Scontenti esisteranno sempre. Gente che ti criticherà per modi e forme, pure.

Quando lasci un’isola con il tuo piccolo battello non è detto che il tuo arrivo sia certo e sicuro in un’altra isola. Ho lasciato senza sapere, al di là della collaborazione con la Federazione che prosegue intensamente, dove andrò e cosa potrò fare. Molti credevano avessi già la destinazione. Errore. Non ci sono piani prestabiliti.

Potresti navigare per tanto e tanto ancora e il mare non è certo che sarà dalla tua parte, né i venti, né il cielo. Il tuo bagaglio sono le esperienze, la storia che ti sei costruito, le vittorie e i fallimenti. L’album dei ricordi ne contiene tanti e qualche lacrima ogni tanto scende quando riguardi le istantanee del tuo passato.

L’addio lascia sempre un po’ di amaro in bocca, come un caffè corto e mal zuccherato. Ma ti ricorda che l’esistenza vive di rinascite continue, di cambiamenti, evoluzioni, persone incontrate e perdute. Le sorprese e le nuove sfide che ti si aprono davanti. “Lentamente muore..” scriveva Neruda. E non voglio lentamente morire, né perdermi nella noia e nella quotidianità.

Quindi ripartirò, come l’estate che arriverà a breve.

 

Qualcosa, infine, da segnalarvi.

Mercoledì 27 chiuderemo il torneo FUTSAL GAMES ai campi di via Newton, rinviato giovedì scorso per pioggia. Una bella manifestazione che ha coinvolto oltre 120 ragazzi e ragazze.

L’obiettivo è avvicinare la gente al calcio a 5 e offrire una giornata di sport e animazione dove in premio non ci sono soldi (che brutta tradizione si è creata nei vari tornei estivi!), ma divertimento e coinvolgimento. Ecco perché c’è la competizione vera e propria ma abbiamo messo dentro anche i dj (a proposito, bravissimi i vari Filippo, Marco, Daniel e Nico!), la grigliata e i premi finali, coppe, targhe e omaggi. Con un occhio alla qualità: completini Joma o Mass per tutti e arbitri federali, nonché regolamento ufficiale di calcio a 5.

Due parole per ringraziare tutti quelli che stanno dando una grande mano a me e Diego Podda, l’altro organizzatore: dai partecipanti ai collaboratori, dagli arbitri ai volontari del soccorso, dai dj alla struttura di via Newton. Una bellissima novità è stata avere anche 4 squadre di ragazze scendere in campo tra la curiosità e la simpatia generale… un inizio con grandi prospettive per il futuro!

Continueremo le lezioni nelle scuole del progetto “Ci facciamo in 5” (a breve anche sulla provincia di Sassari), c’è in programma il camp di calcio a 5 (chissà in quale struttura estiva…potete indovinare) e organizzeremo altre iniziative sempre su questo “fronte”.

Siamo testardamente convinti in questa disciplina, grazie anche alla enorme disponibilità della Federazione locale e del presidente Del Pin.

Poi l’estate, che si avvicina. I miei dj set. Gli antipasti: Sesto Senso, Movida, Spazio Newton e Todos in Delirio.

Credo che la base operativa della bella stagione sarà tra Monte Urpinu e la costa di Villasimius. Non mancherà il mio ritorno in Trentino con Tennisvacanze a San Valentino come istruttore e animatore. Per tutto il resto c’è www.crastulo.it, il nostro portale degli appuntamenti, con il quale tra poco lanceremo il nuovo servizio Scontu.

La mission è insomma rendere meno noiosa questa città, coinvolgere le persone in iniziative e eventi di tempo libero e realizzare i piccoli e grandi sogni di tanti. Il libro dei progetti è sempre aperto, non ve li elenco sennò poi mi prendete un po’ per matto, sempre che non l’abbiate già fatto. Se volete collaborare, sapete dove trovarci e come contattarmi.

Ultima richiesta, magari qualcuno può venirmi incontro: sto cercando casa a Cagliari o hinterland (Quartu, Selargius, Quartucciu, Pauli). Piccola, luminosa e con una spesa non ingente. L’esperienza di Elmas è stata positiva ma purtroppo traumatica a livello di spostamenti. Quindi chiunque avesse da consigliare un bivano luminoso, in una zona assolutamente tranquilla (il dj cerca silenzio) può scrivermi (misternicola@gmail.com).

La domanda più interessante, concludendo, è “per quale motivo uno dovrebbe leggere i miei post” o i miei stati. Anche io me lo son chiesto. Intanto continuo a scrivere, magari qualcuno mi legge e si appassiona 🙂

p.s. se volete il mio ultimo cd basta mandarmi una mail all’indirizzo di facebook.

 

Poi non dite che non vi penso…

Leave A Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.