Tanti di noi hanno visto il video del Ministero dello Sviluppo che racconta l’Italia da una prospettiva finalmente positiva, buttando giù tanti luoghi comuni. Quell’Italia che a noi piace tanto e vorremo sempre vedere, ma che oramai ci siamo dimenticati.

Cinici? Disillusi? Eterni criticoni? Ecco, arriva un  sito, Verybello.it che dovrebbe vantare le nostre eccellenze locali, gli appuntamenti e la cultura: a parte il nome, il resto è anche peggio. Per la Sardegna c’è davvero da ridere. Senza parlare della versione inglese, non ancora disponibile.
Sintesi perfetta del nostro Paese: non fai tempo a vedere qualcosa di positivo che, ecco, tutto il resto non funziona. E funziona ad alti livelli. Ci sarebbe da chiedersi come sia possibile che esca un aborto del genere. Di chi sia la colpa. Dal nome ai contenuti, alla disorganizzazione totale e al fatto che sia incompleto. Se a farlo è un Ministero, il peccato è mortale.

Ecco chi siamo. Un paese con poca gente che può veramente renderlo onorevole, il resto è tutto precario e mediocre, specie ai piani altri.

E che dire delle elezioni per il Presidente? Un film visto mille volte, almeno da chi, come me, segue la politica da oltre vent’anni.

I soliti rituali dell’elezione, i candidati di bandiera, i finti disaccordi, il votiamo il meno peggio, le parole inutili, i candidati di tutti, le convergenze, i riciclati e i soliti democristiani e i finti sinistri e i finti destri, le dirette fiume e le tribune politiche. Le parole, le parole. Forse prima emozionava un pochino, oggi fa davvero pena.

Quanto fa pena questo paese, quanto fanno pena questa politica e i suoi tanti politicanti, i vecchi tromboni come i giovani nati vecchi, altro che essere qualunquisti, altro che essere sfascisti, altro che fingersi responsabili e attaccati alle istituzioni e alle bandiere. Altro che le stronzate che dite mascherati da gente che “vuole il bene delle comunità”. Volete solo i vostri culi nelle poltrone perché fondamentalmente non avete mai fatto un cazzo nella vita (e VeryBello è l’ennesima prova).