Meteocagliaritani

Curioso il rapporto del cagliaritano-medio col meteo: appena vede un po’ di nuvole sembra già che sia inverno.

Ci avete mai pensato? Ebbene sì, il cagliaritano non prevede la possibilità di stare all’aperto con un po’ di “fresco” o ballare con un po’ di pioggia. O è estate o è inverno. Non ci sono le mezze stagioni, direbbe la frase fatta.

È un po’ la mentalità che aleggia da sempre nella nostra isola: l’estate, che da calendario inizia a giugno e finisce a settembre, in realtà è agosto.

Ecco dunque un po’ di nuvole, e allora è tutto finito: si lamenta, lamenta, lamenta. Comincia a vestirsi, coprirsi, maglioncino, giubbotto, esce ridicolo, imbacuccato, suda come un disperato, sfoggia la nuova collezione autunno-inverno e vuole subito il locale al coperto perché è “stufo dell’estate”.

Nei weekend come questo, dove il tempo è incerto, sembra tutto fermarsi e cambiare di botto. Ieri era estate, oggi non più.

Se la gente si lamenta, alcuni pr delle disco invece operano un’azione di ribaltamento della verità: non diranno mai c’è fresco, c’è pioggia. Pubblicano foto taroccate di venti estati fa dal mare o loro che in diretta rassicurano “qui ci sono 30 gradi e sole da paura”. Tentativi inutili: con la tecnologia si sa tutto.

Mettetevi l’animo in pace: per il cagliaritano l’estate finisce con la prima nuvola, con il primo vento fresco, quando invece, se ci pensate, potrebbe durare fino a ottobre. Non siamo come tanti altri paesi dove vedi la gente felice e disinteressata uscire in maglietta e minigonna a 10 gradi.

Siamo strani, diversi, particolari, come se il nostro divertimento e il nostro essere non possa mai essere messo in gioco da qualche elemento di “disturbo”. Basta poco, e cambiamo idea.

Io direi: ma DIVERTIAMOCI NONOSTANTE IL TEMPO!!!

Leave A Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.