Ecco a voi la neve, ma solo in versione light-cagliaritana

Era attesa da settimane e finalmente è arrivata. Annunciata dalle strampalate e pasticcione apps dell’Iphone che l’avevano prevista in altri giorni e orari. Pochi fiocchi, ma tali da far tirare a tutti il naso all’insù e vedere un po’ che accadeva.

Ore 9,35 o giù di lì, minuto più, minuto meno.

 

La neve non è un fatto normale a cagliari, è a dir poco eccezionale. Non succede mai e quando accade se ne parla per giorni e giorni e si dipingono quadri da nevicata in Alaska. La nostra smania di grandezza. Qualcuno era pronto a comprarsi catene e slittino, qualche altro già prevedeva chiusure di scuole e uffici come a Roma.

 

L’ultima neve degna di nota è stata nel 1993 (allora c’era Cagliari-Torino e vedere il Sant’Elia in bianco è stato più di un’emozione), ma ancora più nel 1985 a nostra memoria. Eravamo talmente piccoli che quando è accaduto si facevano le elementari e durò più di un giorno. Ricordi fatati, come di quella mattina in cui ci siamo risvegliati davvero con il bianco candore che ricopriva la città.

 

Questa di oggi è stata una spruzzata light, giusto per farci cambiare gli stati di facebook, cercare di vederla e di immortalarla. Torcicollo per aspettare una replica e speranza che rimanesse un po’ a terra e imbiancasse auto, strade e prati: invece solo grandine e pioggia. Basta. La neve, come Paganini, non ripete. Ha confermato il fatto che tutto ciò che accade nel resto d’Italia noi a Cagliari lo vediamo sempre in versione ridotta. Ha confermato che “non c’è più la neve di una volta”.

 

Sono nati poi i primi, immancabili dibattiti: era neve o nevischio? Quanto è durata? Quando la rivedremo? Così come sono apparsi i primi album fotografici su facebook. Titoli classici: “Neve dalla finestra, bufera su Cagliari, neve a Cagliari, fiocchi di neve, Cagliari imbiancata”. I fotografi e le fotografe – mestiere in continua ascesa – hanno fatto successo. Per la verità poco bianco e molta pioggia. Ma tanto che qualche modella locale avrà già pensato a quali stivaloni sfoggiare in serata per essere più chic delle altre amiche: naturalmente costosissimi.

 

Poi è apparso il sole, che ha riconquistato il cielo, tornato azzurro prepotentemente. In pochi minuti. Ora c’è un sole quasi primaverile. E dato che vogliamo esagerare, potremo dire pure che pensiamo all’estate. Magie del nostro meteo. Che ci ha fatto sicuramente pensare, tornato il sole: andiamo al mare, spaghettino con i ricci e caffettino?

Magari anche un po’ di crema abbronzante avrebbe fatto il resto.

Siamo degli inguaribili estatisti noi cagliaritani.

 

Leave A Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.