So di essere voce fuori dal coro in un mondo dove la memoria è breve, oggi sei in cima domani sei nella polvere. Conosco le altalenanti vicende di vita.
Spiace leggere insulti per Zola. Sicuramente non si è dimostrato all’altezza, un po’ come quel cappotto fuori taglia che indossava, forse anzi sicuramente non doveva accettare, ma il suo è stato un gesto d’amore ed entusiasmo per la sua terra.

Amore ed entusiasmo spesso fanno fare grossi errori a chiunque, io ne so qualcosa, voi? Ma gli insulti, no. Non se li merita. Gratuiti e irriguardosi. Facile dimenticarsi quel che ha fatto, e non è solo un gol impossibile alla Juve che ancora è nella mente di tutti e rappresenta la rivincita di un piccolo Davide contro Golia (qualche volta succede), facile dimenticare che sia uno sportivo e uomo per bene come pochi in questo mondo fatto di squali e in un’isola che ama più gli avventurieri che infrangono le regole e illudono che i piccoli grandi lavoratori che sudano sangue e coraggio.
E se gli squali vincono sempre, io preferisco applaudire anche i perdenti con dignità che però ci mettono il cuore, pur sbagliando. Questo resta, oltre mille commenti.

Grazie Magic Box

In bocca al lupo ZZ e forza Cagliari.

Condividi